Skip to content

Con gli italiani in missione

16 ottobre 2010

ANSA – Speciale Fotografico Afghanistan

HERAT –  Un reportage che racconta, soprattutto grazie alle immagini, la missione dei militari italiani impegnati in Afghanistan. Una missione che non ha solo compiti propriamente militari, quelli cioè di garantire la sicurezza, ma che comprende soprattutto un forte impegno nel campo del sociale.

Un occhio più attento che fissa l’obiettivo su quegli aspetti che, quotidianamente, non emergono dai resoconti dei mezzi di informazione, anche loro troppo impegnati a raccontare la cronaca brutale di ogni giorno, fatta di attacchi suicidi, uccisioni ed esplosioni di ordigni.

Il reportage racconta storie che non si vedono ma che nascondono drammi spesso più gravi di quelli della guerriglia combattuta ogni giorno sulle strade: dal carcere-orfanotrofio dei bambini taleban al rifugio delle mogli-bambine di Herat. Storie di violenza non solo fisica ma anche morale e psicologica che i soggetti più deboli – donne, anziani, bambini – sono costretti a sopportare ogni giorno.

Una realtà difficile, con la quale i militari italiani sono chiamati a confrontarsi e per la quale, spesso, le armi servono a poco. Molto di più, ad esempio, può fare un velo, indossato dalle nostre soldatesse per aprirsi una breccia confidenziale tra le donne di Herat, aiutandole a riprendere una vita ‘normale’ nonostante la barbarie della guerra che le circonda e la diffidenza loro e dei loro mariti nei confronti dei militari.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: